<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://px.ads.linkedin.com/collect/?pid=1221369&amp;fmt=gif">

Perché le aziende scelgono il video colloquio on demand?

Le aziende scelgono il video colloquio on demand Visiotalent

Nell’ultimo periodo e in particolare nell’ultimo anno, sempre più aziende si sono avvicinate ai video colloqui on demand. Questa è una soluzione innovativa che permette di ottimizzare e velocizzare il processo di selezione del personale.

Ma nello specifico, perché un’azienda dovrebbe scegliere di utilizzare il video colloquio on demand?

 

Cos’è il video colloquio on demand?

Il video colloquio on demand è una nuova fase del processo di selezione nella quale il candidato deve rispondere ad alcune domande poste dal recruiter, registrando un video da PC o smartphone.

A differenza di un video colloquio live, durante il quale recruiter e candidato devono essere connessi contemporaneamente sulla stessa piattaforma, il video colloquio on demand permette al candidato di rispondere alle domande quando e dove vuole, senza dover concordare un orario con il recruiter. 

Allo stesso modo, il recruiter potrà visionare il video quando desidera

I video colloqui hanno ottenuto un successo incredibile durante il lockdown  

del 2020 e da quel momento il loro utilizzo nelle aziende si è diffuso sempre più

Perché il video colloquio è essenziale per migliorare il tuo processo di selezione?

I motivi per i quali il video colloquio può essere la chiave del successo dei tuoi recruitment sono molteplici, esso è infatti uno strumento estremamente versatile, adattabile a qualsiasi tipologia di selezione.

É il caso di fare un approfondimento riguardo ai punti di forza di questa soluzione, sottolineando quali sono i benefici per l’azienda, per l’employer branding ed infine per i candidati.

I motivi per cui le aziende scelgono il video colloquio on demand

L'idea alla base di questa soluzione è quella di permettere al recruiter di conoscere il candidato fin dal primo approccio. I nuovi talenti, in particolar modo coloro che sono alle prime esperienze lavorative, non sono sempre in grado di creare il CV perfetto e per questo motivo potrebbero essere penalizzati. 

Il video è un grosso vantaggio per il candidato, il quale potrà presentarsi ed esprimere sé stesso in modo più approfondito, decidendo anche quali caratteristiche personali o esperienze professionali mettere in evidenza, cosa molto difficile da fare all'interno di un CV.

Il vantaggio è duplice, in quanto il recruiter avrà la possibilità di capire immediatamente chi ha di fronte, non solo da un punto di vista professionale ma anche da un punto di vista caratteriale.

Infatti, il video colloquio permette di far emergere molte delle soft skill tipicamente ricercate dalle aziende. Basterà fare le domande giuste!

Un modo efficace per risparmiare tempo

Il video colloquio on demand ti permetterà di risparmiare molto tempo durante il processo di selezione.

A volte il classico processo di selezione si dilunga notevolmente. Questo accade a causa di diversi fattori, tra i quali la necessità di contattare ogni candidato telefonicamente dopo aver svolto uno screening dei curricula.

A volte questo step può far perdere molto tempo.

In media un colloquio telefonico può durare dai 10 ai 20 minuti e, nel caso in cui vengano selezionati numerosi candidati, finirai per passare diverse ore a svolgere questa attività.

Inoltre non sempre i candidati sono disponibili nell’immediato e può capitare che tu debba riprogrammare la chiamata.

Il video colloquio on demand è un’ottima soluzione per ridurre le tempistiche dei processi di selezione, aumentare la produttività e ridurre il turnover. Basterà invitare i candidati scelti a registrare un video in cui verranno poste diverse domande, alle quali dovranno rispondere oralmente. 

Questo permette al recruiter di invitare i candidati in modo automatico dopo la fase di screening dei CV e di poter visualizzare i video nel momento che preferiscono. Al contempo, i candidati potranno registrare il loro video dove e quando vogliono.

Quant’è motivato il candidato?

Una delle ragioni principali che dovrebbero spingerti a riprogettare il tuo processo di selezione inserendo lo step del video colloquio, è la possibilità di valutare fin dal primo istante la motivazione del candidato.

Se è vero che i recruiter si ritrovano spesso a dover leggere moltissimi CV è altrettanto vero che i candidati, durante la fase di ricerca di lavoro, tendono a fare domanda contemporaneamente per moltissime posizioni più o meno interessanti, nella speranza che qualcuno li ricontatti.

Partendo da questo presupposto, è logico che inserendo all’inizio della fase di selezione lo step del video colloquio, sarà possibile fare una veloce scrematura delle candidature. 

Basterà inserire questo step o subito dopo lo screening dei curricula o addirittura nella fase di candidatura iniziale, in questo modo solo chi possiede una forte motivazione e un interesse reale per la posizione porterà a termine la registrazione del video.

Per quanto riguarda i candidati, anche se all’inizio può sembrare destabilizzante, effettuare il video colloquio è la prova tangibile della vostra volontà di ricoprire il ruolo di riferimento e questo è già un punto a vostro favore.

Valuta le hard e le soft skill

Come citato in precedenza, il video colloquio è lo strumento ideale per valutare fin dal primo momento alcune attitudini e competenze del candidato.

Partendo dalle competenze tecniche, si potranno inserire all’interno del questionario delle domande specifiche riguardo l’esperienza del candidato in un determinato settore lavorativo. 

Ponendo ad esempio che si apra una selezione per un ruolo in cui è necessaria la conoscenza approfondita della lingua inglese, sarà sufficiente inserire una domanda (che potrà essere accompagnata da un’immagine o da un video) in inglese chiedendo al candidato di rispondere direttamente in lingua.

Allo stesso modo, si potrà valutare la conoscenza della lingua scritta ponendo un’ulteriore domanda in inglese all’interno del questionario scritto che può essere integrato al video questionario.

Focalizzandosi sempre sulle hard skill, può essere interessante testare i candidati facendo svolgere alcuni esercizi pratici. 

Se consideriamo di aprire una selezione per Social Media Manager, potrebbe essere interessante inserire una foto  nel questionario scritto e chiedere al candidato di scrivere una frase ad effetto o uno slogan che invogli i visitatori della pagina ad approfondire l’argomento.

Così come nel caso di figure professionali tecnico-analitiche, si può aggiungere uno screenshot contenente dei dati statistici e chiedere al candidato di analizzarli, o oralmente o per iscritto.

In questo modo sarà molto semplice valutare chi possiede realmente le competenze tecniche richieste per ricoprire quel ruolo e, contemporaneamente, il candidato che è stato in grado di portare a termine questo piccolo test delle competenze, sarà sicuramente favorito nella fase di selezione successiva.

Infine, ma non per importanza, il video colloquio diventa essenziale per potersi fare un’idea più chiara delle attitudini caratteriali e comportamentali del candidato.

Quanto spesso ti è capitato di ricevere curriculum in cui i candidati scrivono di avere moltissime soft skill e quanto spesso le tue aspettative sono state deluse?

Ebbene, con il video colloquio alcune delle principali attitudini dei candidati vengono allo scoperto molto facilmente. Dovendosi registrare e non potendo ripetere questo step, il candidato sarà molto spontaneo e di conseguenza si potranno analizzare rapidamente le sue doti comunicative, la sua predisposizione al sorriso, la capacità di pensare fuori dagli schemi e di uscire dalla sua zona di comfort

Questo è un punto molto importante anche per il candidato. Egli potrà esprimere le sue potenzialità in modo molto più approfondito rispetto al semplice invio di un CV. 

Così chi sente di essere la persona giusta per una determinata posizione, avrà un’occasione decisamente più realistica di essere preso in considerazione.

Migliora il tuo Employer Branding

Inserire il video colloquio on demand nel tuo processo di selezione può fare la differenza.

Questa soluzione è vista dai candidati in modo molto positivo e, in particolar modo i giovani talenti, sono attratti da aziende che si dimostrano moderne e innovative.

È indubbio che, utilizzando un tool così all’avanguardia nei tuoi recruitment, i feedback dei candidati sulla tua azienda e sulla sua capacità di ammodernarsi e stare al passo con i tempi saranno prevalentemente favorevoli. 

Aumenterà così la possibilità che il talento in questione parli bene di te e del tuo operato con soggetti esterni, migliorando la percezione del tuo Employer Branding.

Quanto elencato è solo un breve spaccato delle ragioni per le quali il video colloquio on demand può apportare benefici alla tua azienda e ai tuoi processi di selezione.

Il video colloquio in differita